Trattamento delle fratture con ultrasuoni pulsati a bassa intensità

L'effetto terapeutico del trattamento delle fratture con ultrasuoni pulsati a bassa intensità è stato ampiamente dimostrato in uno studio effettuato dal nostro Top Specialist Pier Paolo Mariani
Lo studio si proponeva l’obiettivo di dimostrare che gli ultrasuoni pulsati a bassa intensità possono incidere sulla guarigione delle fratture. L’analisi è stata condotta su 15 pazienti ( 12 uomini e 3 donne di età compresa tra i 18 e i 60 anni, con un’età media di 35 anni), tutti atleti amatoriali, in trattamento per pseudoartrosi in diversi punti. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a 20 minuti al giorno di trattamento con ultrasuoni pulsati a bassa intensità (frequenza 1,5 MHz e intensità 30 mW / cm2). A tutti gli atleti, all’inizio del trattamento sono stati effettuati esami clinici e radiografici, ripetuti successivamente dopo 4, 8, 12, 16, 20 e 24 settimane, fino alla completa guarigione della frattura. Tutte le fratture sono guarite con un tempo che va dai 43,8 giorni ai 94,7. In conclusione è stato possibile affermare che il trattamento ad ultrasuoni pulsati a bassa intensità è efficace nella gestione di fratture non completamente saldate, tuttavia saranno necessari altri studi prospettici per confermare il valore di questa modalità di trattamento.
Un utile strumento per questo tipo di trattamenti è Osteotron, un sistema che attraverso l'utilizzo di ultrasuoni pulsati a bassa intensità accelera la riparazione della frattura e rivascolarizza il focolaio di frattura.