Napoli, Milik torna al gol

È tornato al gol Arkadiusz Milik. Finalmente i tifosi del Napoli hanno potuto esultare di nuovo per un gol del centravanti polacco. Il primo dopo il rientro dal bruttissimo infortunio dello scorso ottobre.

Milik era stato operato il 10 ottobre dal Professor Mariani per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, infortunatosi nella sfida tra Danimarca e Polonia. Da quel momento il polacco ha iniziato la sua riabilitazione allenandosi tutti i giorni anche per 5 ore. Uno sforzo che lo ha portato a rivedere il campo, anche se solo dalla panchina, già il 4 febbraio, 117 giorni dopo l'intervento, nella sfida del Dall'Ara contro il Bologna. Il rientro tanto atteso è arrivato poi nell'affascinante gare in casa del Real Madrid del 15 febbraio, quando al 39' del secondo tempo quando Arkadiusz Milik è entrato in campo al posto di Hamsik, a 128 giorni dall'operazione.

Sabato, al Mapei Stadium contro il Sassuolo, Milik è finalmente tornato al gol, siglando la rete del 2-2 che ha regalato il pareggio agli azzurri. L'assenza del polacco non è stata fatta rimpiangere dal tridente leggero (Insigne-Mertens-Callejon) ma ora, Milik reclama un posto da titolare e mister Sarri potrebbe rivedere le sue gerarchie e soprattutto i suoi schemi per sfruttare tutto il potenziale offensivo a sua disposizione. Ecco che quindi non è esclusa l'ipotesi di un passaggio al 4-2-3-1, anche perchè Milik, che quest'estate è stato pagato ben 32 milioni, è un capitale che va salvaguardato e tenerlo in panchina sarebbe davvero un lusso.