Roma, ultima in Serie A per Francesco Totti

Roma, ultima in Serie A per Francesco Totti

Oggi alle 18:00 Roma - Genoa non sarà una partita come le altre. Sarà l'ultima partita in Serie A con la maglia della Roma di Francesco Totti. Un mix di malinconia e tristezza aleggerà su uno stadio Olimpico già sold out da due settimane, perchè tutti i tifosi giallorossi vogliono essere presenti per dare il giusto tributo all'ottavo Re di Roma. 

Il capitano giallorosso resta una delle ultime bandiere del calcio europeo. Dal giorno del suo esordio in serie A (28 marzo 1993) fino ad oggi, sono 784 le presenze complessive, di cui 618 nel massimo campionato. Meglio di lui hanno fatto solo Paolo Maldini e Gigi Buffon: l’ex capitano del Milan, con 647 in A, lo precede anche nella classifica dei più presenti con la stessa maglia. I gol sono 307 in totale, di cui 250 in serie A: secondo nella classifica “all time” della serie A alle spalle di Silvio Piola (274) che però li ha realizzati con diverse squadre. La prima rete è datata 4 settembre 1994, all’Olimpico contro il Foggia. 

 
 

Un pezzo di storia del calcio italiano dirà quindi addio alla Serie A ma, non per forza al calcio giocato, almeno da quanto si può dedurre dalle sue ultime dichiarazioni: "Roma-Genoa, domenica 28 maggio 2017 – scrive il capitano giallorosso in un post su Facebook - l’ultima volta in cui potrò indossare la maglia della Roma. È impossibile esprimere in poche parole tutto quello che questi colori hanno rappresentato, rappresentano e rappresenteranno per me. Sempre. Sento solo che il mio amore per il calcio non passa: è una passione, la mia passione. È talmente profonda che non posso pensare di smettere di alimentarla. Mai. Da lunedì sono pronto a ripartire. Sono pronto per una nuova sfida". 

Totti infatti non ha ancora parlato di ritiro, le ipotesi per il suo futuro sono diverse: potrebbe aver deciso di accettare la proposta in arrivo dagli Stati Uniti, da Miami, per giocare con la squadra allenata da Alessandro Nesta, con dirigente Paolo Maldini. O forse potrebbe fare un altro anno a Doha, in un campionato certamente di livello inferiore ma in un ambiente nuovo, affascinante., A meno che l'arrivo dell'amico Di Francesco sulla panchina della Roma non faccia venire voglia a Totti di fare il dirigente da subito: il contratto, per sei anni, è già firmato, da tempo.

A tutti gli amanti del calcio non resta che dire: GRAZIE TOTTI!