Rugby, primo intervento chirurgico riuscito per Matteo Minozzi

Rugby, primo intervento chirurgico riuscito per Matteo Minozzi

Matteo Minozzi è stato sottoposto alla prima operazione dopo il grave infortunio occorso durante il match Zebre-Southern Kings. Come comunicato dal bollettino medico rilasciato dalle Zebre, il 22enne veneto è stato sottoposto ad un intervento chirurgico presso la Clinica Villa Stuart di Roma dal Prof. Pier Paolo Mariani.

Questo il bollettino medico rilasciato dalle Zebre Rugy Club:: Minozzi ha subito la ricostruzione della capsula articolare e la neurolisi del nervo sciatico popliteo esterno del ginocchio destro, lesionato durante l’infortunio di gioco di venerdì scorso allo Stadio Lanfranchi di Parma nella sfida tra la franchigia federale ed i sudafricani Southern Kings”. Il numero 15 della nazionale ora dovrà osservare due settimane di riposo seguite da una fisioterapia di recupero. In seguito Minozzi sarà costretto a ritornare sotto i ferri per un intervento di ricostruzione legamentosa.

Matteo Minozzi si era infortunato gravemente durante Zebre-Southern Kings, match valido per la prima giornata del Pro 14 di rugby. L’estremo della franchigia italiana e della Nazionale si era infatti procurato la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio destro, del legamento collaterale esterno e del tendine del muscolo popliteo: un referto medico davvero drammatico per il 22enne che doveva incominciare la stagione della consacrazione e che invece si è dovuto fermare appena al 18′dell’incontro giocato contro la compagine sudafricana.